DIARIO DI VIAGGIO: PERDERE TUTTO
ANCHE IL SENSO DEL TEMPO

Mondo, 2 agosto 2017

Stare diritta di fronte al mare, felice del blu. Affondare in un’acqua di cristallo azzurro e non farsi più agitare dal vento. Avere come unico panorama uno scoglio a forma di ago che argina le onde ma non i pensieri. Stare qui sull’isola è bellissimo, respirare è bellissimo, sciogliere tutte le tensioni, le paure, l’attaccamento al futuro nella libertà di questo momento è inebriante. Ecco cos’è la vacanza: partire con il suono nuovo dei Negramaro nelle orecchie e perdere tutto il resto, compreso il senso del tempo.

• happiness training • #ondefunky #ondefunkyroad

A post shared by Paola Gallo (@ondefunky) on

Il bianco lucido e il blu cobalto, disegnato a pennarello,  delle Cicladi mi strega gli occhi. C’è un sapore di sud misto a lentezza che autorizza l’ozio. Anche i cani e i gatti resistono alla tentazione di una zuffa e i sapori sono così buoni che sembrano davvero pensati sul monte Olimpo dagli Dei. Non smetto di amare la Grecia e le radici della cultura. Il viola dei fiori che sprofonda nel cielo e la rabbiosa siccità del terreno che trova pace solo nel mare.

Nel ripiegare gli abiti e scuotere la sabbia, mi preparo ad un altro viaggio che mostrerà altri confini e mi rimetterà nella corsa dei giorni e della città. Una città che amo e che ritroverò. E poi altre isole e oceani e altro vento e nuovi tramonti. E intanto dall’Italia arrivano notizie di Jovanotti prodotto da Rick Rubin. Lorenzo è un atleta, allenato, geniale e sempre pronto ad un tempo nuovo.

 

Leggo e bevo pagine di libri, ascolto parole e traduco nella mia mente. Penso a chi sa darmi gioia e genera felicità. Sorrido senza motivo. La beatitudine del viaggio riesce a dare una pausa anche al mio cuore inquieto e mai pago. E la musica nelle orecchie enfatizza il piacere. Voglio che ascoltiate tre canzoni italiane di tempi diversi ma altrettanto intense: Atlantide di Francesco De Gregori, Oro Nero di Ottoohm e Estate dimmerda di Salmo. Ci sentiamo tra qualche giorno con nuovi racconti e nuovi colori sempre on the funky road.

Paola Gallo@

3 Comments

  • È bello leggerti così serena e appagata! Mi trasmetti pace interiore… Grazie per esserci anche quando sei in vacanza, sei grande davvero Paola! Un abbraccio, che spero sempre di poterti dare, un giorno. ❤

    • La pace come la felicità sono un viaggio difficilissimo, da fare però, nonostante tutto;-)

  • Hai ragione:vacanza è perdere il senso del tempo… staccare per me è togliere fisicamente dal polso l’orologio!
    Il tuo racconto di viaggio e le foto fanno venire ancora più voglia di partire anche senza una vera netat, basterebbe partire e staccare! 🙂
    “Mal di viaggio” piacevolmente contagioso…
    Buon proseguimento!
    <3

Lascia un commento