DA SUD A NORD:
DIARIO DI VIAGGIO seconda parte

Mondo, 8 agosto 2017

Piove. Il Nord è così: freddo, rigido, grigio. Il caldo è una conquista, quella sorta di felicità che ti prende quando il sole esce dalle nuvole e ti scalda le mani gelate. Una fortuna inaspettata, un dono che speri, senza certezza. Un lavoro costante, quotidiano. Passare dalla sicurezza del cielo azzurro del sud alla pioggia fredda d’agosto del nord è come un esercizio psicologico di (re)introduzione alla realtà. Una sorta di rehab dopo i don’t worry pigri e meravigliosi delle ultime settimane.

• Verso isole del nord • #ondefunky #ondefunkyroad

A post shared by Paola Gallo (@ondefunky) on

La pioggia sottile, il vento freddo, il cielo cupo mi riconducono a quello che sono: una donna del nord inquieta, severa, rigorosa, pensosa,  nonostante i 20 anni cuciti sul cuore che non invecchiano mai e trasmettono al cervello impulsi di incosciente adolescenza.  Passare dalla spiaggia bollente al vento del porto che screpola le labbra, mi consente di scoprire panorami nuovi e diversi, mi costringe ad organizzare il tempo, i pensieri, i passi. E mi ricorda che la mia vita indossa cappotti, sciarpe, indumenti di protezione. Ma non è detto che sarà così per sempre. Ogni viaggio mi cambia. Sto imparando a spogliarmi piano. Un giorno sarò nuda di felicità.

Da lunedì sarò di nuovo in Italia, sulla mia Mini, nelle vostre radio (dalle 9 alle 12 solo per la settimana di Ferragosto).  Metto in valigia un altro viaggio meraviglioso tra le Cicladi, Londra e isole del nord. Lascio intatto lo stupore e ripongo solo per un po’ la curiosità. Non mi fermerò mai, questo lo so. Ma tra libri e musica anche per i prossimi mesi continuerò a percorrere nuove strade. In sottofondo le canzoni di BBC Radio 2 raffinate e con quel pizzico di old style che non guasta. Peccato per Despacito…non esistono più le certezze delle playlist rigorose di una volta;-)

Paola Gallo©

 

Lascia un commento