Di viaggi, musica, poesia ed altre sciocchezze

Oman, 12 gennaio 2018

Girare il mondo per non averne paura, anzi per non avere paura. Dei luoghi comuni, della retorica, della storia raccontata per frasi e fasi fatte. Avere fiducia di sé ma anche di un consiglio, accettare di cercare l’estate proprio mentre incombe l’inverno dei doveri e delle scadenze importanti. Capire, scrutando una spiaggia infinita di  bellezza ed un popolo che saluta accogliente e ti offre timidamente dell’acqua mentre cammini, che la musica arriva ovunque e non la potrai mai perdere anche se sei lontano.

C’è una cultura straordinaria da queste parti e una religione che non vuole vittime. Abitudini e imposizioni che superficialmente non condivido ma la possibilità di una convivenza che ti fa sentire davvero parte del mondo. Alfabeti nuovi e strade da costruire. Il sud dell’Oman è simile all’adolescenza: un’energia e un desiderio di crescita che non danno tregua. Un po’ come la ricerca dell’estate, citando Albert Camus, che arriva nel bel mezzo dell’inverno. Ma solo la consapevolezza adulta ti fa rischiare l’assenza. Sono nei fatti, ma sono qui nella polvere dispersa delle tempeste di sabbia.

Ho visto da lontano che 2640 di Francesca Michielin sarà un album che scriverà la sua storia, che Claudio Baglioni ha confermato Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino alla conduzione del Festival e che, come sarà,  lo scopriremo solo vivendo. Ermal Meta suonerà al Forum di Assago il 28 aprile un disco dal titolo emblematico Non abbiamo armi e con Fabrizio Moro sta sorridendo un sacco alle prove romane. Elisa e Tommaso Paradiso “seppelliranno il potere” con la risata  di Da sola/In the night (riconferma per Takagi Ketra). Laura Pausini tornerà il 26 gennaio con il nuovo singolo Non è detto. E nel titolo c’è tutto e il contrario di tutto sul nuovo viaggio scelto da Laura.

Il mio tempo rarefatto sente “le ossicina al caldo” di Malika Ayane che a Berlino sta creando #Mali5 e sa che il 22 si svelerà in anteprima il nuovo film di Luciano Ligabue. Mi sono scadenzata sotto “imperdibili” la conferenza stampa del nuovo disco di Emma e de Le Vibrazioni “V”. Curiosa al quadrato di conoscere Sfera Ebbasta  e Betta Lemme.

Felice  della collaborazione tra Renzo Rubino e Giuliano Sangiorgi, da qui sento ancora più forte l’importanza dei rapporti che vanno oltre le canzoni. Aspetto Giorgia e il suo disco live, ma anche il live di Antonio Maggio e PierDavide Carone (li vedrò mercoledì’ a Pavia). Forse nel medio del mio oriente mi sono persa qualcosa, ma sono felice. Gli impulsi arrivano forti. Quello che deve raggiungerti, spacca le distanza e arriva. E io sono qui, senza paura di tornare, senza paura di non esserci stata. 

Paola Gallo©