GIORGIA LIVE AL FORUM DI ASSAGO:
Il mio racconto

Milano, 7 novembre 2023

Giorgia non ha tenuto semplicemente un concerto al Forum di Assago Mi, ha regalato attimi di magia, ci ha ricordato cos’è l’intonazione non solo vocale. Al netto infatti di una voce che non ha eguali, l’armonia e l’eleganza di Giorgia stanno anche nei gesti, nel sorriso emozionato che rivolge alla sua gente, nella gratitudine di scoprire quanto amore la circonda da anni. E ogni sold out ne è una dimostrazione.

Un maxischermo colorato di blu, un susseguirsi di immagini in bianco e nero che ritraggono l’artista in alcuni momenti importanti della sua vita e finalmente arriva sul palco Giorgia. Elegantissima infiamma subito il palazzetto  con Io fra tanti. Due cover a seguire I feel love e Nessun dolore, brano che Giorgia aveva già pubblicato per poi passare ad un nuovo pezzo contenuto nell’album BluNormale. Si balla spesso grazie anche ad una band che infiamma il pubblico e ci si commuove con le ballate che incidono il cuore (da Gocce di memoria in poi). I palloncini blu sventolano su Quando una stella muore. E, durante il successivo cambio d’abito, la band regala il rock che non ti aspetti con  Kashmir e Whole Lotta Love dei Led Zeppelin.

https://x.com/OndeFunky/status/1721991340349616462?s=20

E poi, uno degli irrinunciabili classici, mi ricorda uno show case di 30 anni fa a Sanremo, caschetto nero e un’energia incontenibile. In scaletta anche  Oronero, Atacama, Senza Confine  e poi uno dei momenti più commoventi in cui Giorgia dice al pubblico di voler tornare indietro nel tempo, all’epoca dei club dove si stava tutti vicini in un posto abbastanza piccolo e si cantava accompagnati da strumenti come la chitarra. Sul palco vengono posizionati tre sgabelli dove al centro si accomoda Giorgia e ai lati Andrea Rigonat (chitarrista compagno di Elisa) e Diana Winter. Si parte da L’eternità e si prosegue con Per fare a meno di te , Posso farcela Come Neve (duettata con l’ottimo Andrea Faustini). Tra le altre cover con mood anche molto diversi tra loro: I Wanna Dance with Somebody, Toxic, Don’t stop the music e Wanna Be Startin’ Somethin. 

https://x.com/OndeFunky/status/1722002738643443717?s=20

Le luci del palco si spengono per lasciare spazio al brano che ha visto tornare Giorgia al Festival di Sanremo dopo 22 anni (qui la mia intervista), ovvero Parole dette male. Si prosegue con Viaggio della mente, Tu mi porti su che coinvolge nuovamente tutto il pubblico e si arriva ad un altro grande successo sanremese  Di sole e d’azzurro. Nei bis Come saprei e una commozione palpabile per un incontro innegabilmente straordinario con il suo pubblico. Ci penso spesso e glielo dico abbracciandola in camerino: Ci meritiamo l’eternità. 

Paola Gallo

 

Condividi sui social:

1 Comment

  • Sei proprio brava , come mi diceva tuo padre quando non eri ancora conosciuta (per niente) e l’anno dopo hai vinto il festival di San Remo .
    eravamo nel settore delle piastrelle e noi per scherzare gli dicevamo “sei proprio un cantante” nella eccezione romana , ma , evidentemente aveva ragione lui .
    p.s. senza nessuna correlazione , conosco bene anche Lucia , che ogni tanto ti fa i capelli ………

Lascia un commento