Videointervista a BOOMDABASH su BARRACUDA:
Aquarius, la musica, il sociale e Loredana

Milano, 14 giugno 2018

Esce venerdì Barracuda, un bel disco dei Boomdabash: urgente, ricco di contenuti, suoni, mood e con parecchie voci che si intrecciano, da Loredana Bertè a Fabri Fibra e Jake La Furia passando per Sergio Sylvestre, Rocco Hunt e Alborosie. Inclusivo verrebbe da dire, in barba ai tempi e ai respingimenti degli ultimi giorni.

Salentini, appassionati di reggae e di bit, Boomdabash pubblicano Barracuda, prodotto da Takagi e Ketra (quest’ultimo componente della band)  a tre anni dal precedente lavoro Radio Revolution e confermano sin dalle prime tracce la grande capacità di trattare con genuina spontaneità temi che affliggono e affollano i giorni odierni: bullismo, diritti LGBT, arrivando a schierarsi a favore di tutte quelle persone che socialmente e involontariamente risultano essere più deboli. Una tracklist che è un incontro ricco di umanità oltre che di musica, un disco con i talloni ben piantati nel sud ma con la testa oltre i confini nazionali.  Un disco che Biggie Bash (Angelo Rogoli) – voce, Payà (Paolo Pagano) – voce, Blazon (Angelo Cisternino) – giradischi campionatore e Mr. Ketra (Fabio Clemente) – giradischi campionatore presenteranno live dal 23 giugno (Bari) in tutta Italia, con una data che vedrà sul palco tutti gli amici che hanno partecipato a Barracuda.

Nella video intervista si parte dal titolo Barracuda, si parla di Loredana Bertè e di tutti gli ospiti  del disco, di Aquarius e delle migrazioni dal e verso il sud, ma anche della concorrenza di Takagi e Ketra…;-)

BUONA VISIONE

Paola Gallo©

Lascia un commento