ALESSANDRA AMOROSO debutta a Torino con il 10 Tour:
La giusta misura musicale di una festa

Torino, 5 marzo 2019

Alessandra Amoroso ha trovato la giusta misura per celebrare i primi 10 anni di musica. La tentazione di strafare avrebbe potuto condizionare l’esito di un concerto che invece ha coinvolto con la giusta armonia di colori, suoni, scenografia e scaletta, gli oltre novemila (9870 per la precisione) accorsi al Palazzetto dello sport di Torino per il debutto del 10 Tour. Un incontro dedicato ai fans, definiti da sempre una big family e un dialogo continuo, fatto di frasi che parlano di fiducia, amore e gratitudine. E’ chiaro che questo show, voluto con tutte le forze da Alessandra itinerante e capillare in tutte le regioni italiane, vuole essere un atto di estrema e totale gratitudine per chi “ha permesso che un sogno si trasformasse in vita“. E probabilmente non è un caso che si parta con La stessa e Fidati ancora di me e si chiuda con Forza e coraggio, trovando nel mezzo tutto il cuore che serve per dire Stupendo fino a qui.

Per il concept del palco ha lavorato con Sergio Pappalettera che aveva curato anche lo sviluppo grafico della cover e del booklet di 10. Il palco di  10 Tour infatti è l’evoluzione tridimensionale della grafica del nuovo album, con tutti i simboli e gli oggetti che hanno accompagnato il percorso di Alessandra nella vita e nella scena. Un meltin pot di colori e immagini che scivolano ovunque e che colpiscono per la raffinata essenzialità. Con Alessandra Amoroso la sua band composta da: Davide Aru alla chitarra e direttore musicale, David Pieralisi e Alessandro Magnalesche alle chitarre, Roberto Bassi alle tastiere, Ronny Aglietti al basso, David Pecchioli alla batteria e Luciana Paona e Pamela Scarponi ai cori. Alcune date di 10 Tour vedranno la partecipazione di artisti che nel corso di questi anni sono stati vicini ad Alessandra: Federica Abbate , Federica Camba, Daddy’Groove, Roberto Casalino, Tony Maiello, La Rua che Alessandra ha invitato personalmente: “per condividere il palco con chi ha creato negli anni le canzoni“.

L’emozione, i cori e il coinvolgimento reale che accomuna tutto il pubblico di Torino fa capire quanto il rapporto di Alessandra con la sua gente sia davvero privilegiato ed è per questo che sono stati posizionati tantissimi microfoni sul perimetro del palco, per accogliere le voci di chi negli anni è stato parte fondante della storia: da Immobile in poi, canzone che ha consacrato questo amore. Sono quasi 30 i brani che sottolineano un percorso condiviso anche con artisti come Tiziano Ferro ed Elisa, momenti che scorrono come foto musicali. Vivere a colori e Il mio stato di felicità, a sottolineare quanto l’entusiasmo e la positività siano i sentimenti da esportare con caparbietà in tutta l’Italia (isole comprese).

Dopo il concerto, racconta di essere felice dei suoi risultati  e di aver in animo uno stop dopo il raduno con i fans di luglio. Vuole pensare a sè e a un figlio. Ha gli occhi lucidi, brinda, taglia la torta ed è pronta a fare le capriole per gestire l’adrenalina. Ci abbracciamo e, come sempre, sento un bene sincero che mi arriva. Il viaggio è partito alla grande, sarà un decimo compleanno importante, una festa per la vita.

Paola Gallo

 

 

 

2 Comments

  • Mai andata a un suo concerto ho barattato con una amica, vengo a vedere Alessandra se tu vieni poi con me a vedere Elisa.
    Premetto, a me lei piace, ma siccome sento parlare sempre di questa big family mi trovo un po’ sconcertata. Comunque fra un mese ci andrò e sono felicissima di aver preso il biglietto anche perché per una volta ci basta fare 50km per vederci un concerto.
    Ti saprò dire in seguito, ma sono sicura che mi piacerà, l’ho amata ad Amici ho fatto il tifo per lei e la trovo molto brava.
    Un bacio ?

    • Attendo tue allora. Alessandra ha un legame davvero intimo con i suoi fans e in questo tour viene particolarmente celebrato

Lascia un commento