EMELI SANDE’: Real Life Tour a Parigi
Recensione di Daniele Magro

Parigi, 9 novembre 2019

Non è la prima volta che chiedo a Daniele Magro di raccontarmi un concerto. Lo ha fatto in diretta a Radio 2 dopo la reunion delle Spice Girls e molto bene anche in questa recensione scritta all’indomani del live di Emeli Sandè a Parigi per il suo Real Life Tour. Devo dire che Daniele, fresco di pubblicazione dell’ EP Il giorno che ho imparato a camminare, non è solo abile a racchiudere parole in una canzone, ma anche a tracciare una narrazione di un evento come un concerto. Ecco il suo racconto:

Mi piace pensare che mi somigliasse almeno un pó il pubblico che ieri sera ha riempito la Salle Pleyel per la data parigina di Emeli Sandè in tour con il suo ultimo disco Real Life. Un’ora e mezza di show scandito da una scaletta fitta che ha spaziato dalle hits come “Next to me” o “Hurts”  fino alle ballad stupende come “ Read all about it”  e “Clown” e, in mezzo, ovviamente, i brani di questo ultimo album “Real Life”.

Un invito forte e chiaro alla riconciliazione con quanto di più vero, genuino possa esserci  in questa vita e al non sentirsi mai da soli, come recita l’ultima canzone in scaletta. Sono valori che condivido e che, troppo spesso forse, il pop di oggi non vuole raccontare a pieno temendo di risultare retorico. Credo che invece sia necessario, oggi più che mai, attivare la comunicazione con la nostra parte più sensibile perché c’è il rischio di dimenticarsela.

La musica è un buon allenatore in questo senso e quella di Emeli Sandè per me rappresenta uno dei migliori personal trainer sulla piazza. Mi piace pensare che il pubblico di ieri sera condividesse questi sentimenti con me anche se rischio di sembrare di parte. Del resto, chi meglio di me può apprezzare questa artista che ha iniziato il suo percorso nella musica come autrice di canzoni per altri (Alicia Keys, One Direction) e che, come ha raccontato prima di mettersi a suonare Clown, un giorno ha deciso di tenere una canzone per sè. “Ho capito che cantando in prima persona le mie parole riuscivo a dare loro più potere ”.  Il coraggio di esporsi in prima linea per divulgare un messaggio proprio come hanno fatto i suoi miti (due geni della musica come Nina Simone ed Aretha Franklin).

Uno show senza  sovrastrutture o fronzoli scenici, solo una grande band e delle grandi canzoni . E del resto, cosa altro dovrebbe servire?

Daniele Magro ©

LA SCALETTA:

  1. SURVIVOR
  2. HEAVEN
  3. MY KIND OF LOVE
  4. BENEATH YOUR BEAUTIFUL
  5. HURTS
  6. HONEST
  7. EXTRAORDINARY BEING
  8. SWEET ARCHITECT
  9. HUMAN
  10. READ ALL ABOUT IT
  11. SAME OLD FEELING
  12. SHINE
  13. HIGHS AND LOWS
  14. CLOWN
  15. NEXT TO ME
  16. YOU ARE NOT ALONE

Lascia un commento