RINASCERE DAVVERO:
BUONA PASQUA SULLE ONDE FUNKY

Milano, 12 aprile 2020

Mai come in questa Pasqua sento come dovere interiore il senso più profondo della rinascita, della risurrezione. Dovere interiore e soprattutto morale. L’emergenza sanitaria di questi ultimi mesi ci ha dimostrato quanto fragili siano tutte le sicurezze su cui abbiamo basato le nostre vite. Le certezze sgretolate in un attimo. La morte che si mostra come parte integrante della vita. E non è più possibile allontanarla, distrarsi,  perché l’unico dialogo serrato concesso è quello con noi stessi. Dalla morte non si scappa così come non si scappa dalla vita interiore che ci alimenta e tiene viva la speranza. 

Abbiamo sacrificato tutto sull’altare del profitto, abbiamo chiuso gli occhi sulla povertà, sull’inquinamento, abbiamo costruito, cercato profitto a scapito della scuola, della cultura, della sanità. Abbiamo pensato che non contasse più lo studio, la preparazione, l’approfondimento. Tutto da vendere, niente da pensare. E adesso eccoci qui a ringraziare infermieri e medici, a santificare le terapie intensive, a reclamare lo studio a distanza senza aver mai investito sugli insegnanti, a creare  task forces perché disegnino per noi una fase 2, 3, una rinascita appunto.

Quando finirà questa drammatica epidemia non avremo più scuse per non risorgere, davvero. Perché altrimenti saremo di nuovo investiti da altre catastrofi. La natura madre accogliente e bellissima ci ha dato un segnale fragoroso. Non siamo padroni di nulla, nemmeno di noi stessi. Questo fermo improvviso, questa paura mi ha ancora di più insegnato ad essere aperta all’aiuto, all’ascolto. Penso che niente possa essere più come prima. Gli egoismi stanno a zero e se penseremo di continuare indisturbati a distruggere il mondo per il nostro interesse, il mondo ci inghiottirà del tutto.

Credo che dentro ognuno di noi ci sia una via, una sorpresa, un modo diverso per trattare i giorni. E, siccome la musica mi ha sempre aiutato a vivere e a esprimere concetti, il mio regalo per Pasqua è proprio una Playlist che si intitola Canzoni nell’uovo e la potete ascoltare qui. Ho scelto dei piccoli tesori che non sono mai stati singoli nonostante fossero all’interno di dischi memorabili. Quello che ci auguro per questa Pasqua è appunto di rinascere, di diventare dischi memorabili partendo da canzoni piccole, difficili, ma sempre bellissime.

Paola Gallo©

 

 

 

 

 

2 Comments

  • Ciao cara Paola,
    Sempre bello leggerti! Speriamo che dopo questa pandemia le persone capiscono che dobbiamo cambiare, dentro mi ci metto anche io, ho il terrore che passato il primo periodo poi tutto torni come prima. Questo è molto strano perché solitamente sono una persona ottimista di natura, ma questo vivere isolata, per quanto io amo tanto stare anche sola, comincio a non sopportarlo più. Poi il dover stare lontana dalla mia famiglia mi fa male, per fortuna esistono le videochiamate.
    Un abbraccio e grazie ? di esserci con affetto una Serena Pasqua ? a te e famiglia ??

    • Abbiamo il dovere di sperare. Auguri cari anche a te

Lascia un commento