Picnic all’inferno: il ritorno di Piero Pelù tra rock e ambientalismo

Milano, 9 ottobre 2019

Piero Pelù (qui la mia recensione dell’ultimo concerto con i Litfiba) duetta con Greta Thumberg. Se non fosse per il ventennale impegno ambientalista di Pelù con i Litfiba e come solista (Peste 1988, Woda Woda 1990, Stesso Futuro 2002, Tribù 2006, Intossicato 2016, Eutòpia 2016) la notizia desterebbe preoccupazione. In verità Picnic all’inferno, in uscita il 18 ottobre, è un brano rock, ben prodotto con Luca Chiaravalli (qui la mia intervista) che fonde il ritmo del rock, del blues e del gospel  per creare un brano assolutamente innovativo, in cui il rocker conferma la sua eterna voglia di sperimentare e di allargare gli orizzonti della sua musica, senza mai perdere il suo marchio di fabbrica. Il video del brano verrà presentato in anteprima con un trailer, venerdì 11 ottobre a IMAGinACTION (il festival internazionale del videoclip che si terrà dall’11 al 13 ottobre a Ravenna).

Il 13 novembre da Roma parte il “Benvenuto al mondo tour, sei concerti in altrettante importanti città italiane che vedranno esplodere la leggendaria energia live dell’artista fiorentino accompagnato sul palco dai BandidosGiacomo Castellano “James Castillo”- chitarra, Luca Martelli “Luc Mitraglia”- batteria, cori e sequenze, Dado Neri “Black Dado” – basso, doppia chitarra e cori). Durante la conferenza stampa odierna Piero Pelù parla di ambientalismo, Greta, adolescenti e chiesa. GUARDA IL VIDEO

Paola Gallo©

Lascia un commento