IL MIO GIOCO PREFERITO (seconda parte)
NEK: Musica, amore e resistenza

Milano, 28 maggio 2020

Niente sembra poter fermare Nek e la sua fiducia incrollabile nella vita. L’amore e la famiglia continuano ad essere il vero rifugio e la musica il linguaggio con cui si esprime meglio. Sembra addirittura capitalizzare il dolore di questi giorni di assenza e trarne linfa per restituire gioia e fiducia nella vita. In questa seconda parte del Il mio gioco preferito (qui la mia ultima video intervista ) anche nei punti di fatica come Le montagne, ci dice che “impareremo a riderne” regalando quello sprazzo di luce che ci fa resistere. E  ancora “Non esiste ostacolo se ci credi e se lo vuoi” (E sarà bellissimo). O la nuova versione di E da qui singolo originariamente uscito nel 2010 e oggi ricantato insieme alle figlie Beatrice e Martina per ricordare che la vita rimane la cosa più bella che ho”. Ssshh!!! è forse la canzone che più fotografa invece la rissosità dei tempi che stiamo vivendo. Non ci si ascolta più, si usano tutte le armi possibili per alzare la voce, quando invece ci vorrebbe solo il silenzio per ascoltare e ascoltarsi.

Durante la conferenza stampa di presentazione dell’album Filippo si presenta sorridente nella sua casa a Sassuolo. E’ il giorno dell’anniversario di nozze con Patrizia (“se l’amore è reale supera tutte le difficoltà e in più lei è molto più matura di me”) alla quale continua a dedicare parole e canzoni preziose: Le donne sono il vero punto di riferimento della mia vita. Non avrei superato così brillantemente questo momento di lockdown senza di loro (convive con moglie e due figlie). In Italia c’è ancora troppa violenza domestica accentuata da questa convivenza forzata ma la situazione non migliorerà finché non si imparerà ad amare davvero se stessi“. E siccome fermo non riesce a stare, anche durante la  “reclusione” ha continuato a scrivere e ha chiuso il disco facendolo uscire quando avrebbe dovuto e senza rimandare ulteriormente.

Per presentare il nuovo album, Nek ha realizzato un concerto nella suggestiva cornice, chiusa al pubblico, di Piazzale della Rosa a Sassuolo, la sua città, accompagnato dalla sua band, in un vero e proprio live sulle note dei brani del nuovo album e alcuni brani del suo repertorio (lo trovate su YouTube). Non potendoli intercettare fisicamente attraverso un consueto tour negli store, Nek incontrerà i propri fan in una serie di eventi online, una novità assoluta per l’artista e per il suo pubblico. Sarà una chat room esclusiva, in cui racconterà l’album, interagirà con i fan e suonerà per loro. 

Sui concerti futuri ancora non ha idee precise. Comprende chi decide di esibirsi davanti a pochi spettatori rinunciando ai compensi pur di aiutare la propria crew e chi decide di rimandare tutto al 2021. Nel suo caso l’organizzazione di un tour europeo (che avrebbe dovuto partire in questi giorni) è sicuramente più complessa. Intanto è riuscito a completare il tour teatrale (qui la mia recensione) e attende con fiducia il momento di poter ripartire. E’ più che evidente che farà di tutto per mordere di nuovo la vita con l’intensità che gli appartiene: bella e contagiosa.

Paola Gallo©

 

 

Lascia un commento