PUGILI FRAGILI: VIDEO INTERVISTA A PIERO PELU’

Milano, 20 febbraio 2020

Pugili fragili è il nuovo disco di Piero Pelù ed è estremamente rock e militante. Parla di ambiente, violenza sulle donne, infanzie negate. Gigante (presentata a Sanremo) è dedicata al nipote, ma in generale alle nuove generazioni in cerca di una speranza e anche di un futuro.

Alla mia età si sta sul palco se ci si diverte, altrimenti si va a coltivare l’orto” e a vederlo con un No comment scritto sul petto e soprattutto ascoltando questo disco coraggioso e con richiami a tutta la produzione di Pelù e dei Litfiba, fa pensare a un artista in estrema salute, che crede profondamente nel rock e nella vita e che ha ancora molto d dire e forse anche da insegnare alle nuove generazioni. Un uomo che sta rinascendo e per questo sulla copertina del disco ha le braccia ricoperte di squame. E’ pronto alla muta, l’ennesima. 

Frutto di eterogenee collaborazioni (Greta Thunberg, Francesco Sarcina delle Vibrazioni, Andrea Appino degli Zen Circus, Luca Chiaravalli, Davide Simonetta), l’album nasce per festeggiare i primi quarant’anni di musica di Piero Pelù attraverso nove brani inediti e Cuore Matto, la cover presentata anche al Festival dove ha sicuramente lasciato il segno. NE ABBIAMO PARLATO IN QUESTA VIDEO INTERVISTA ESCLUSIVA.

 

Paola Gallo©

 

 

Lascia un commento